Il pranzo della Domenica, al tavolo dei bambini !

a76b79ed-7771-4bad-affe-fef4548347f7

Read in english

     Essere cresciuti mangiando nel tavolino piccolo, quello dove i grandi non sono autorizzati!!

Chissà se anche nelle altre regioni d’Italia, c’è l’usanza di separare piccoli e grandi a tavola ?? Chissà cosa inventano negli altri paesi o nazioni??

Non capita più così spesso a noi che siamo emigrati da anni ormai, lontani da casa  di ritrovarci con i parenti di sempre, alla tavola della Domenica, non più  come quando eravamo piccoli, allora ci si annoiava perché il momento del pranzo significava interrompere il gioco, e dover star fermi a cercare di far finta di mangiare il più in fretta possibile, per poi tornare a scorrazzare in strada o nei cortili, già in strada!! Io mi ritengo uno degli ultimi fortunati cresciuti in un paesino dove nella via in cui abitavo, transitavano circa due macchine ogni ora.

Al tavolo dei bambini si beveva rigorosamente la “Pepsi-cola” con l’etichetta piena di fotografie dei calciatori di spicco del momento, al tempo le mie preferite erano quelle con Roberto Carlos e David Beckham.

Al tavolo dei bambini si mangiavano gli spaghetti rigorosamente col cucchiaio, sminuzzati dalle mamme per renderli più accessibili e l’insalata, pochissima la accettavamo solo se era scondita! e bisognava assolutamente mangiarla con le mani. L’acqua non la voleva nessuno, portateci una gazzosa piuttosto!! Fettine di pollo senza sale e senza olio, qualche volta addirittura hamburger e patatine fritte!! Dolci di ogni tipo, freschi o secchi!

Ma l’emozione più bella era assaggiare sempre per primi gli arrosticini, appena tolti dalla brace, con le grazie del buon nonno!

dsc_0860.jpg

Qualche volta, lo ammetto ho avuto il privilegio di cucinare con la nonna indossando il suo grembiule e provando l’ebrezza di stare ai fornelli e appassionarmi da vicino a ciò che veniva servito in tavola!!

Ai miei tempi non si giocava con nulla di elettronico a tavola, niente iPad o telefonini, piuttosto dovevano tirarci via dal cortile a forza per convincerci a sederci!

IMG_8989

Quando si discuteva al tavolo dei bimbi, di certo non si esprimevano preferenze politiche o religiose, lo si faceva piuttosto perché il cugino aveva “quella” figurina tanto rara e tanto desiderata del calciatore che noi altri non riuscivamo ad avere, e si poteva arrivare anche alle mani se non ci si accordava sullo scambio di un giocatolo o se per caso ti permettevi di aver ricevuto il regalo più bello da Babbo Natale rispetto al tuo coetaneo.

Domenico Di Bucchianico

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...